Login
Writer's Wing
Solo le migliori fanfiction
DonnieTZ [Contatta]
08/01/2017






Twenty-seven.
Socially awkward.
Fluid.
Overly-imaginative.
Luftmensch.
Compulsive reader.
Writer-to-be (?)



Fb|Tumblr|
YouTube|Twitter
Ao3|EFP
Deviantart



[Segnala questo elemento]


Serie scritte da DonnieTZ [0]
Recensioni scritte da DonnieTZ [4]
Challenge indette da DonnieTZ [0]
Kudos lasciati da DonnieTZ [2]
Preferiti di DonnieTZ [0]

Storia di DonnieTZ

Solo due giorni di DonnieTZ

Rating: T • 0 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

Bastano due giorni a sconvolgere l'equilibrio su cui si basa il legame fra Ned e Rob. Solo due giorni. Una serata. Un momento in cui tutto perde il suo senso per acquisirne uno completamente nuovo.
---
La rabbia è sempre lì, ma riesce a spingerla in angoli bui della sua anima, abbandonandola per un po'. Al suo posto c'è una strana frustrazione, un senso di inadeguatezza che gli afferra le viscere ogni volta che guarda Ned, ogni volta che scruta quel volto affilato, quelle mani lunghe, quei gesti decisi. Qualcosa che non c'è mai stato, potrebbe giurarlo, ma che ora è vivo e presente e pulsante dentro di lui.
---
“È questo che vuoi?”
E Ned vorrebbe dire di no, che non è vero, che vorrebbe tutt'altro, che Rob è troppo ubriaco per dare a Ned quello che ha sempre voluto, quello che vuole con ostinazione, senza speranza. Vorrebbe urlare e scappare davanti alla consapevolezza che Rob abbia sempre saputo, magari ridendo di lui, di quello stupido sentimento e del suo stupido proprietario.


La stessa malattia di DonnieTZ

Rating: V.M. 14 • 0 Recensioni | 1 Kudos
Riassunto:

Will e Hannibal vengono ripescati dalle acque del mare, le loro ferite vengono curate, ma una malattia più profonda sembra essersi impossessata di loro. Will ha paura di chiamarla con il suo nome, ma Hannibal saprà guidarlo in una scoperta che lui ha fatto molto tempo prima.
---
Ed è un rituale quello che si sta per consumare, perché Will ed Hannibal si avvicinano e si accarezzano. Piano prima, in punta di dita, con la delicatezza propria dell’attimo sacro. Poi con più forza, con bisogno e foga e urgenza. Le carezze diventano un contatto di corpi e le bocche scorrono sull’epidermide. Baciano, leccano, mordono.
Non è rimasto più nulla di sacro. È una blasfemia, un affronto a Dio stesso.
Si abbandonano al suolo, l’umidità che striscia addosso, il fiato che esce in nuvole pallide di vita. Le labbra di Hannibal tornano su Will, ad assaggiarlo come un pasto dopo giorni di digiuno, ad assorbirne l’essenza vitale.


Perché sei tu, perché sono io di DonnieTZ

Rating: V.M. 14 • 0 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

Sherlock è un omega che non vuole esserlo.
John sente di non essere solo e soltanto "un alpha".
---
John era diventato un amico. Una novità che non finiva mai di sorprendere Sherlock, lasciandolo stranamente intontito davanti alle dimostrazioni di affetto del dottore. Un pasto cucinato dopo giorni di digiuno per un caso, una coperta tirata sulle spalle quando crollava sfinito sul divano, uno sguardo preoccupato quando Sherlock non riusciva a gestire gli effetti collaterali, diventando irritabile e agitato. Se John fosse stato un’altra persona, Sherlock le avrebbe chiamate stronzate da alpha.
Ma John era perfino più di questo...