Login
Writer's Wing
Solo le migliori fanfiction
Chiara71 [Contatta]
08/05/2017




Ciao io Sono Chiara71


Cougar_71 su EFP, Chiara- o Chià- nella vita.


Jilly| Anime| Cinema| Disengo| Libri


Sono del Sud, Sicilia precisamente.


Frequento il Liceo Scientifico.


Adoro i Venerdì sera davanti la telvisione, i Sabato  sera al cinema e le Domeniche davanti ad un computer a scrivere. (ma solitamente non rispetto mai questo ordine)


Mi piacciono le mie scarpe verdi con un tacco che non supera i 5 centimetri. M piace tutto ciò che può essere feinito vintage. Il sole in inverno, la pioggia in estate. I capelli ricci dopo esser stati bagnati dall'acqua del mare. Le unghia lunghe tinte con colori opachi, le collane semplici con ciondoli bizzarri, orecchini molto in stile- come dicono le mie amiche- zingara e anelli sottili e semplici.


Non vada matta per i dolci, tranne qualche eccezione con la Nutella.


Sono una continua contraddizione e cambio facilmente gusti, opinioni e pensieri.


Scrivo perché mi piace e perché scritti i pensieri hanno come un altro sapore.


Questa è soltanto una lista di alcune cose che credo mi rappresentino.


Concia del fatto i aver scritto quella che è una piccola parte di un carattere in fase di costruzione.


Ci si vede.


Auf Wiedersehen



[Segnala questo elemento]


Serie scritte da Chiara71 [0]
Recensioni scritte da Chiara71 [0]
Challenge indette da Chiara71 [0]
Kudos lasciati da Chiara71 [0]
Preferiti di Chiara71 [0]

Storia di Chiara71

Il Cinquantanovesimo minuto di Chiara71

Rating: T • 0 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

Jilly| Romanticoperchénonfamaimale| Sentimentale| Amore Adolescenziale |Hogwarts1977 |tantolove

[DAL TESTO:] James Potter scende la mattina presto, alle 7:49 lascia il suo dormitorio, alle 7:55 siede sulla panca, versa i cereali a forma di gufo nella sua ciotola, prende il cucchiaio e alle 7:58 alza lo sguardo.

Esattamente alle 7:58 di ogni mattina, in quel breve secondo in cui alza lo sguardo verso la porta d'ingresso, qualcosa cambia.

Anche quel giorno è così.

Lo sa oramai. Non c'è ritardo, non c'è da quattro anni, da quando ha iniziato questa abitudine per infastidire, per mostrarsi un passo avanti. In automatico alza gli occhi in un preciso momento.

***

James il quel breve battito d'ali non si sente bello, non si sente carismatico, non si sente simpatico.

James si sente goffo, curvo e in imbarazzo per quel piccolo brufolo sul mento.

In quel breve momento James sospira e si sente solo un idiota.

Poi scatta il cinquantanovesimo minuto.