Login
Writer's Wing
Solo le migliori fanfiction
heartbreakerz [Contatta]
31/07/2016

facebook.com/heartbreakerz.efp


 


 


I write sins and tragedies


Facebook | Dreamwidth | EFP


 


 



[Segnala questo elemento]


Serie scritte da heartbreakerz [1]
Recensioni scritte da heartbreakerz [38]
Challenge indette da heartbreakerz [2]
Kudos lasciati da heartbreakerz [14]
Preferiti di heartbreakerz [1]

Storia di heartbreakerz

L’ultima cena di heartbreakerz

Rating: V.M. 14 • 0 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

[ Alec/Simon | adult!Alec, vampire!Simon ]
Alec ha quarantatré anni, il sorriso sulle labbra, e una freccia conficcata nel petto. Simon non vuole lasciarlo andare.
Dal testo: “Le urla sono scemate in un urlo, uno solo: quello di Alec, ferito al petto. La sua voce è soffocata dal sangue; i suoi respiri, tetri gorgoglii. 
È sceso il silenzio.
La morte, vicina, esulta.
E non c'è più tempo per litigare.


Not dead, still alive di heartbreakerz

Rating: V.M. 18 • 1 Recensioni | 1 Kudos
Riassunto:

[ Magnus/Will | angst & what-if ]

Dopo una notte di caccia, Will si sente intero solo quando è con Magnus. Magnus adora lasciarsi spezzare da Will.

Dal testo: “«Woolsey sentirà» diceva Will, e sollevava un angolo della bocca, uno solo, lacerando il suo splendido viso a metà; e con la purezza di un angelo da una parte, e l’avidità di un demone dall’altra, piegava Magnus nella più completa devozione.”


A voce alta di heartbreakerz

Rating: T • 0 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

[ Michael&Robert | Robert&Max | dislessia ] 

Robert soffre di una leggera forma di dislessia, ma grazie all’aiuto di Michael riesce a migliorare. Quando poi Robert diventa padre, è il suo turno di aiutare Max come Michael ha aiutato lui.

Dal testo: “«Perché mi fissi?» domandò Michael.
Robert distolse rapidamente lo sguardo. «Non hai lezione?»
«Potrei dire lo stesso di te. Visto che, sai,» gli pizzicò un braccio, «siamo nella stessa classe.»
Robert piegò il capo, nascondendosi al suo sguardo, e riprese a strappare l’erba umida. «Non mi piace la storia» mormorò, e arrossì, perché le sue parole erano suonate lamentose come il pianto di un bambino. 
E quando fu lì per cambiare discorso, per andarsene, per nascondersi, Michael si limitò a scrollare le spalle, dicendo: «Lo so».
Allora Robert continuò. «Le date sono tutte uguali.»
«Una vera rottura.»
«E il libro è troppo lungo.»
«E noioso» confermò Michael.
Robert restò a fissarlo per un lungo istante. «C’è qualcosa di sbagliato in me?»”


La lingua di Dracula di heartbreakerz

Rating: T • 0 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

[ Michael/Robert per il Back to School contest indetto da Fanwriter.it. ]

La sera prima di un esame, Robert ricorda la sua infanzia, la sua prima runa e il dolore provato, e ha un attacco di panico. Michael lo raggiunge e gli offre il proprio corpo come tela per allenarsi. 

Dal testo: “Il suo corpo tremava. L’odore pungente del sudore impregnava la stanza; lo sentiva, Robert, perché quello era il sapore marcio della paura. Della debolezza. Del disonore.
Boccheggiò in cerca d’aria. Il suo battito era accelerato, il suo respiro irregolare. La gola gli bruciava: non riusciva a trattenere l’aria dentro di sé. Non riusciva a parlare. La sua vista si era fatta scura. Le sue mani, rigide. Tremanti.
Incompetenti.
Sentì qualcosa sfiorargli le spalle, e poi lo sfioramento si tramutò in una presa solida, e Robert sobbalzò, colto di sorpresa, cercando di divincolarsi dalle sue paure. Era tutto finto, «tutto finto», tutto «finto», «tutto» finto, cercava di convincersi, ma la presa si fece ancora più forte. Robert fu costretto ad allungare le mani per tastarsi, per assicurarsi di essere ancora in sé. Per confermare che quello era solo un brutto incubo. Nulla di vero. Nulla di possibile. Era solo la confusione che accresceva il terrore. Poi le sue dita si aggrapparono a un polso sottile, e la confusione cominciò a schiarirsi. Il rombo irrequieto del suo battito s’arrestò per un secondo, e tanto bastò perché una voce, sicura come una freccia, facesse breccia tra i respiri spezzati e i lunghi tremori.
«Robert! Robs, parabatai. Fratello mio» ripeteva la voce. «Mi senti?»”


The sweetest of love (has the bitterest taste) di heartbreakerz

Rating: T • 0 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

[ Jem/Tessa(/Will), post!CoHF ]

Tessa piange nel sonno e Jem ripensa al passato.

Dal testo: “Aveva ormai capito, Jem, che l’amore che Tessa provava per lui non era abbastanza; così come l’amore che Jem provava per Tessa non era abbastanza per lei.


Parola di scout (angelico) di heartbreakerz

Rating: V.M. 18 • 1 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

[ Alec/Simon, smut & kink vari ]  

 

Simon trova della lingerie in camera di Alec, spera che sia di Alec e ne rimane deluso. 

O forse no?

 

Dal testo: «Simon,» mormorò lentamente, «voglio che tu sia sincero con me.»
Simon saltò sull’attenti. Alec gli fece cenno di venire più vicino, e Simon s’inginocchiò a terra, tra le gambe di Alec. «Okay» rispose solo, poggiando una mano sul suo ginocchio.
Alec lo guardò negli occhi. «Sarai sincero?»
Simon annuì. «Parola di scout. Be’, di uno scout angelico. Insomma, lo prometto su Raziel. Che potrebbe essere il capo scout dei Nephilim-scout…»
«Simon!»
«Okay, sì, scusa.» Si sistemò gli occhiali sul naso. «Dimmi, Alec» si corresse.
Alec prese un respiro profondo. «Hai perso una scommessa con Jace?»


I pick my poison and it’s you di heartbreakerz

Rating: V.M. 18 • 8 Recensioni | 5 Kudos
Riassunto:

Dal testo: Aveva sopportato tante perdite, Magnus. Eppure vedere William chiudersi la porta alle spalle era ciò che l’aveva distrutto più nel profondo. Sembrava che qualcuno gli avesse strappato il cuore e l’avesse fatto a pezzi. Solo per poi ricostruirlo come un vecchio puzzle e rimetterlo al suo posto con qualche pezzo mancante. Era un dolore così forte, così violento, che gl’impedì di rialzarsi dal pavimento.
Rimase lì, allora. Aspettò che il suo respiro si calmasse ed il dolore si affievolisse. Poi sollevò la testa. La sentiva pesante, come se si fosse appena svegliato da una sbronza colossale. L’avrebbe preferito.
Avrebbe preferito sentire la voce arrochita di Will sgridarlo con quel tono dolce ed ancora assonnato, e sentirsi scuotere e buttare giù dal letto per andare a fare colazione. Avrebbe preferito sentire Will muoversi al suo fianco, vederlo sollevare i suoi splendidi occhi blu su di lui, sentirlo sussurrare: «Sei un disastro», con quel sorriso sulle labbra, accompagnato da una leggera carezza e da un bacio delicato.
Ma niente di tutto quello era successo. Niente di tutto quello sarebbe successo ancora. Il loro passato, la loro vita insieme parevano essere arrivati alla loro conclusione.


What really happened after Perù di heartbreakerz

Rating: T • 1 Recensioni | 2 Kudos
Riassunto:

[ Catarina/Ragnor & Magnus, missing moment. ]
Spoiler per le Cronache di Magnus Bane.
Dal testo: La porta della stanza era socchiusa, e grazie ad un piccolo spiraglio di luce Magnus riuscì a vedere le forme di due corpi, uno voltato su un fianco e l’altro steso con la pancia all’insù; uno verde e l’altro blu. La mano di Catarina era tesa verso quella di Ragnor, e le punte delle loro dita si sfioravano come carezze spezzate.
  Il solito, pensò Magnus.
  Catarina e Ragnor erano abbastanza vicini da fargli credere che si fossero addormentati sussurrando. I loro corpi si erano cercati nel sonno, ma anche nel sonno non si erano mai uniti.


L’ultima volta di heartbreakerz

Rating: V.M. 14 • 1 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

[ Alec/Simon, angst & angst ]
Dal testo: “Le ferite si rimarginano presto, le lacrime si asciugano.
I loro corpi tornano vergini. I loro petti, vuoti. 
E la stanza di quel motel è solo un flebile ricordo.”


Dieci di heartbreakerz

Rating: T • 1 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

[ High school!AU, 18yo!Derek x 15yo!Stiles ]

Dal testo: Stiles cominciò: «Ci mangiamo dop—...», e si fermò, e ricominciò: «... Vediamo. Non mangiamo», e mentre le sopracciglia di Derek si sollevavano in una curva stupita, Stiles aggiunse: «Non ci mangiamo. Non mi mangiare, per favore!»

E poi scappò via.

In tutto quello, Derek non aveva ancora aperto bocca.

Passò qualche istante di profondo silenzio. Anche Erica, stranamente, si ritrovava zitta. Derek stesso era stupito di quanto potesse essere impacciato quel ragazzino.

«Che sfigato» sentenziò Erica, infine.

E Derek alzò gli occhi al cielo. «Lo so» avrebbe voluto dire. Ma non riusciva a forzare quel pensiero. Perché ogni volta che guardava Stiles o sentiva il suo profumo o coglieva la sua risata, il suo cuore perdeva un battito. Anche in quel momento. Sentiva ancora la scia delle sue mani sul proprio petto; il piccolo graffio al braccio bruciare, non per il dolore, ma per lo sfioramento di pelle contro pelle. E una piccola parte di lui, non poi così piccola, gioiva di averlo appena incontrato.

 Forse era lui lo sfigato.


Amami ad occhi chiusi di heartbreakerz

Rating: V.M. 18 • 4 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

[ Michael/Robert, angst & 18+. Pre-circle. ]

Dal testo: «Quanto credi possa durare l’effetto dell’acqua?»
Michael restò un attimo in silenzio. «Non saprei. Qualche ora?»
«E quando pensi che arriverà la parte peggiore? Perché non respiro, Michael. Non respiro…»
Robert allungò una mano. Spaventato, irrigidito, si aggrappò alla spalla di Michael, a parte del suo collo, e affondò con le dita dentro la sua carne. Nel silenzio della collina, Michael riuscì a sentire il battito del cuore di Robert battere contro la sua pelle.


I don’t need you, I just need it di heartbreakerz

Rating: V.M. 18 • 1 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

[ Alec/Simon, CoHF!what-if, crack!ship e pwp a tutto andare. Scritto per l’evento di “We are out for prompt”. ]

Dalla storia: “E si perse nel bacio.
Sentì il sapore del sangue bagnargli la lingua. Canini affilati premersi contro le sue labbra. Sentì il bisogno di stuzzicarlo. E allora avvolse la lingua attorno ad uno dei canini di Simon, inclinò il capo, gli tirò indietro la testa, e con le labbra prese a succhiare. Debolmente e lentamente. Mugolando a quella strana sensazione di timore e desiderio. Sentendo Simon, sopra di lui, tremare e crollare sotto a quelle più minime attenzioni.
«I denti sono un punto debole?» mormorò Alec, abbassando le mani verso il bottone dei jeans di Simon.
«Potrebbero. Ma non te lo dirò. Altrimenti lo scriveresti sul Codice e—Santo cielo,» ansimò, «Alec…» lo richiamò, e deglutì, spingendo il bacino contro la mano di Alec, ora dentro ai suoi jeans, con le dita callose e brusche a sfiorare la sua intimità, ad aumentare la sua eccitazione, a farlo cedere, crollare, poggiarsi sulle mani ai lati del viso di Alec e ansimare prepotentemente contro la sua bocca.
«Ho trovato un altro punto debole…»”
.