Login
Writer's Wing
Solo le migliori fanfiction
Alessia_0496 [Contatta]
18/01/2017




Che dire su di me?


Sono una ragazza a cui piace leggere ma sopratutto scrivere, è la mia valvola di sfogo e uno dei pochi modi per esprimermi. 


Come disse un filosofo, il tempo scorre ma, io spero che la scrittura diventi eterna per me, che non mi passi mai la voglia di scrivere qualcosa di mio.


Cosa voglio fare della mia vita, non lo so. Non posso rimanere all'università in eterno, ma non ho un'idea precisa del mestiere che vorrei svolgere; so che voglio pubblicare un libro in futuro.


Scrivo su qualsiasi fandom mi appassioni, ma anche originali.


Adoro tutte le sfumature del viola, sono del segno dell'Ariete con ascendente Cancro, sono Tassorosso, divergente, sono stata nel Mondo di Inchiostro, ho rubato con Scipio e poi con Liesel e Rudy; sotto questo punto di vista ho viaggiato tanto..


Non so cos'altro scrivere, se l'ispirazione della decenza dovesse illuminarmi, aggiornerò questa biografia. (se così si può chiamare questa pseudo presentazione)


 


 


"Non esiste una magia come quella delle parole" (Anatole France)


 


"And so my friend, libera le ali. Ogni anima le ha..rubale alla libertà" (G.Grigani)


 



[Segnala questo elemento]


Serie scritte da Alessia_0496 [0]
Recensioni scritte da Alessia_0496 [0]
Challenge indette da Alessia_0496 [0]
Kudos lasciati da Alessia_0496 [0]
Preferiti di Alessia_0496 [0]

Storia di Alessia_0496

Isobel di Alessia_0496

Rating: V.M. 14 • 0 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

Isobel, una giovane ragazza vive una doppia vita: da una parte quella impostale dai fratelli maggiori , dall’altra quella di una ragazza presa dalla curiosità di scoprire l’arte della spada e del combattimento come i suoi fratelli Igor e Klaus. Dal testo: -Dove sei stata? È da questa mattina, dopo che abbiamo fatto colazione, che sei sparita- la interpellò Igor portandosi alla bocca un pezzo di carne cotta al sangue. -Sono stata nel bosco a intrecciare fiori- rispose lei mandando giù un boccone, aiutandosi con l’acqua –Ne ho portato uno a nostra madre- -Non credi di essere grande per queste cose? Miriam ha ragione: ogni volta torni come se ti fossi rotolata nel fango- continuò Klaus."