Login
Writer's Wing
Solo le migliori fanfiction
Noruard [Contatta]
07/01/2017

https://noruard.wordpress.com/


Studio scienze religiose, amo la filosfia indiana, mi piace scrivere, non riesco mai a leggere altro che saggi e mi occupo di Star Wars, Dragon Age, Saint Seiya- The Lost Canvas.
Amo l'angst, il noir, western e tematiche di guerra; troverete soprattutto queste cose nei mie lavori ma chissà che un giorno non mi dia al p0rn e al fluff :)



[Segnala questo elemento]


Storie scritte da Noruard [13]
Serie scritte da Noruard [0]
Challenge indette da Noruard [0]
Kudos lasciati da Noruard [0]
Preferiti di Noruard [7]
Recensito da Noruard


La pioggia negli occhi New! di Mistral

Rating: T • 4 Recensioni | 3 Kudos
Riassunto:

[Flash Fiction | 350 parole | introspettivo]
Partecipa alla Seconda Edizione della Writing Challenge indetta sul gruppo ufficiale di Writer's Wing.

Mi alzo in un lampo; dribblo pozzanghere come se fossero mine. Simone no: lui sembra Pippo dei cartoni animati quando si muove. Siamo fradici e fa pure freddo, ma chissene frega: ho una missione, io.

 


Recensore: Noruard Firmata
Data: 22/06/2017 Titolo: Capitolo 1: Capitolo 1

Bello! Mi piace la tua padronanza di uno stile che utilizza elementi colloquiali, del parlato, e mi piace molto il ritratto di questi due fratelli che non si arrendono alla fragilità ma reagiscono in modo umano, senza inutili sentimentalismi, come due piccoli guerrieri. 

Noruard



Fratelli in un giorno di pioggia New! di malos mannaja

Rating: V.M. 14 • 2 Recensioni | 1 Kudos
Riassunto:

Questa storia partecipa alla II Edizione della Challenge indetta dal sito Writer's Wing.

La pioggia può avere strani effetti sulle persone e sulle cose.


Recensore: Noruard Firmata
Data: 20/06/2017 Titolo: Capitolo 1: Capitolo Unico

Ciao!
(PS: non voglio sembrarti antipatica, ma dovresti mettere il link della tua storia nel gruppo di Facebook, o Feisbùc, a questo post: https://www.facebook.com/groups/1085902071500773/permalink/1348695525221425.
Penso che sarebbe meglio o rischia che siano in pochi a leggerti perché il difetto del sito è che, appena viene aggiornata un'altra storia, le altre spariscono dalla home).

Mi trovo nella difficoltà di definire quello che ho letto (a me sembrano i personaggi della drabble che prendono vita sulla carta, ma magari sono io che mi faccio i film)  però mi è piaciuto, soprattutto il fatto che le cose diventano parole e viceversa. Siccome a quanto pare la pubblicazione del link su face consente agli altri di votarti là (perché sennò qui non si vede chi ha votato cosa) per favore, metti il link: mi farebbe piacere votarti e vedere che ti sei piazzato bene, perché francamente è l'interpretazione più originale de prompt che ho letto fin'ora.
Noruard



Ladro di cuori New! di Meraxes

Rating: T • 1 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

Lui era sempre lì, con quell'aspetto da ragazzo, quelle sue mani mortalmente bianche e i folti capelli nero pece. Mi voleva, e nulla era cambiato.
E mi guardava con la determinazione famelica di una belva che avrebbe voluto divorarmi.
«Davvero hai creduto di potermi cancellare?»
Mi si era chiusa la gola quando avevo sentito di nuovo la sua voce.
Quel timbro roco e maliardo danzava sulle sue labbra piene e mi invitava a lasciarmi sbranare.
«Davvero hai creduto» Aveva continuato con un sorriso mordace, «che bastasse fingere di non vedermi per sottrarti a me


Recensore: Noruard Firmata
Data: 20/06/2017 Titolo: Capitolo 1: Capitolo 1

Allora, vediamo, da dove comincio?
Innanzi tutto, ci tengo a dirti che, aprescindere dalle perplessità che ti esporrò, la tua storia ha colpito.
Duro e profondo.
In questo momento, mi sento in effetti molto stordita e oprressa dalla lettura; non è una critica, è un complimento, perché immagino fosse quello che volevi ottenere.
La tua storia pesca a fondo in alcune paure profondissimamente radicate nell'uomo, e in me, perché ho avuto un lutto in famiglia per tumore e leggere mi ha ricordato ogni cosa, gli odori, i suoni, il vedere il corpo che si sfascia e la mrte che sembra sempre lontana ma in realtà è ogni momento più vicina.
Per questo ti faccio i complimenti, perché o hai saputo informarti molto bene, il che è meritevole, o sai di che cosa parli, nel qual caso non ho parole e non penso che possano essercene.
Detto questo, procedo.

Non è il caso di fare giri di parole: sei molto brava sei una ragazza, ho capito bene? Hai detto "Non sono solita").
C'è poesia in quello che scrivi e poesia in come lo descrivi. Solitamente amo stili più asciutti e con un minor numero di aggettivi, ma conosco il genere dak (penso a Lovecraft, a Poe) e so che lo  stile gotico e fantastico si avvale di questo tipo di prosa più aulica per dare solennità e rendere il racconto più denso, più decadente.
La tua lingua è ricca e alcune trovate sono assolutamente geniali, ed è assolutamente sconvolgente il senso di disperazione che si avvita in una spirale senza via d'uscita, dal lirismo degli inizi al crudo, tremendo realismo delle battute finali. 
La cosa più sconvolgente è che ciò che si prova all'inizio è un senso di erotismo, quasi di eccitazione, ma l'eccitazione muore e si congela via via che è sempre più evidente cosìè veramente la morte, quanto meno quella del corpo. 
Alcuni passaggi (soprattutto le battute di Morte) sono più che agghiaccianti, escono dallo schermo e francamente ho avto paura di scoprire che qualcosa del genere ci fosse stato anche nella mia vita, segno che hai saputo infondere terrore nel tuo lettore.
Circa l'uso della prima persona, non so perché hai dei dubbi sulla riuscita: ti assicuro che è perfetto per la storia  che fa anche più male.

Infine, sollevo solo una perplessità (un'osservazione che sicuramente ti sarai già sentita dire) ma ti prego di arrivare alla fine della frase, perché la mia perplessità c'è ma ho cercato di metterla comunque al vaglio della ragione, e inoltre sono aperta al discorso (anzi, mi interesserebbe parlarne con te).
Non amo usare il termine (sono stata io stessa interrogata sullo stesso tema perché creo personaggi scabrosi e violenti) ma in effetti, agli inizi, sembra che ci sia una sorta di romanticizzazione della relazione; ora, il finale sembra dissipare ogni dubbio circa cosa sia davvero, per te e non per la voce narrante, la morte, e inoltre sì, al morte ha un suo fascino, purtoppo, e sempre lo avrà, per cui descriverla come attraente è perfettamente logico (per chi ha provato queste sensazioni; per gli altri no non è comprensibile, o fors enon lo ammettono).  
Tuttavia, questo senso di attrazione è talmente ambigiuo e malato che il lettore si trova nel grave disagio non solo di condividere con la narratrice la medesima attrazione, ma, come lei, di realizzare ben presto che è follia, eppure di non capire mai, fino in fondo (se non riesce a distaccarsi per un attimo dalla narrazione)  se quest'attrazione c'è, è voluta, o è solo uno strumento che tu, come scrittore, usi per rendere la storia ancora più sinistra, disturbante, e rivolgere una domanda a chi ti legge.
Una domanda la cui risposta è terribilmente, oscuramente imbarazzante.


Ecco, credo di aver detto tutto; perdona la confusione ma, davvero, mi è capitato di leggere storie che mi hanno colpito, ma storie che mi turbassero così profondamente no, no almeno fra scrittori emergenti (ripeto, è un complimento) e credo di essere stata piuttosto confusa nell'esporre le mie riflessioni.
Aspetto curiosa una tua risposta,

Noruard



Dormono le lucciole di Sarasvati

Rating: T • 5 Recensioni | 2 Kudos
Riassunto:

Questa storia partecipa alla Writer's Wing challenge II edizione, indetto sul gruppo Facebook. PROMPT: Due fratelli in un giorno di pioggia. 

Il mio pensiero si è rivolto immediatamente al film "Una tomba per le lucciole".

 


Recensore: Noruard Firmata
Data: 20/06/2017 Titolo: Capitolo 1: Capitolo 1

Penso che questo fandom, e quello di Fullmetal Alchemist, fossero quelli di elezione per questa challenge; tra l'altro, un plauso a te per essere riuscita a finire quell'anime, io non ce l'ho fatta, era appena iniziato e stavo già lacrimando come una disperata.
Hai saputo ben descrivere quelle immagini  e soprattutto quell'atmosfera insieme delicata e disperata, aiutandoti con la descrizione di un paesaggio che esprime tutta la desolazione e tutto l'attaccamento alla vita dei due personaggi. Sapere come finirà fa ancora più male. Brava!
Noruard



Il giorno in cui decidesti di andartene di bismarck_duo

Rating: T • 2 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

Questa storia partecipa alla Writer's Wing challenge II edizione, indetto sul gruppo Facebook.

PROMPT: Due fratelli in un giorno di pioggia.

 


Recensore: Noruard Firmata
Data: 20/06/2017 Titolo: Capitolo 1: Capitolo 1

Non conosco il fandom, per cui non posso pronunciarmi molto a causa della mia scarsa conoscenza, però ho apprezzato la scelta di legare la challenge al momento in cui Tenn fa una selta abbastanza peculiare e, suppongo, rilevante per il gioco!
Noruard



Nascondino New! di Jadis_

Rating: T • 3 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

A lui non erano mai piaciuti i suoi fratelli. Così come, del resto, non gli era mai piaciuta la pioggia.


Questa storia partecipa alla Writer's Wing challenge II edizione, indetta sul gruppo Facebook.


 


Recensore: Noruard Firmata
Data: 20/06/2017 Titolo: Capitolo 1: Capitolo 1

Ciao!
Mi sembra ben scritta e ben caratterizzata: alla fine, Edward (nonostante tutto il mio preferito dei quattro Pevensie, insieme a Lucy) è sempre stato raffigurato, almeno nei primi due libri se non erro, come un personaggio estremamente malevolo, e l'idea di rubare il nascondiglio alla sorella, per quanto si tratti di una piccola cattiveria infantile, è comunque indovinata.
Non ricordo come Edward entra nell'armadio, se per un nascondino o per altre ragioni, quindi, per un attimo, ho immaginato che trovasse l'armadio dietro la tenda!
Noruard





Rain, show me the way of death di Teriel Donovan

Rating: T • 2 Recensioni | 2 Kudos
Riassunto:

Due sorelle. Un mondo distrutto. Ridotte in schiavitù conosceranno di nuovo il sapore della libertà?

 


Recensore: Noruard Firmata
Data: 19/06/2017 Titolo: Capitolo 1: Capitolo 1

Molto bella e molto ricca; in poche parole sei riuscita a dipingere un mondo di luoghi, situazioni, relazioni e persino di mitologia, il che non è poco perché il prompt era per certi versi molto limitante.
Mi è piaciuta molto: brava!
Noruard.



La pioggia all'alba di AThousandSuns

Rating: V.M. 14 • 3 Recensioni | 1 Kudos
Riassunto:

Questa storia partecipa alla Writer's Wing challenge II edizione, indetta nel gruppo Facebook. Prompt: fratelli in un giorno di pioggia.

Teneva le gambe strette al petto e si voltò nascondendo il viso quando Gabriel si sedette accanto a lei. Si chiese se fosse stato un incubo o un attacco di panico a turbarla in quel modo, ma non osò domandare: «Ti stai inzuppando qui fuori» disse semplicemente; la pioggia primaverile sembrò cadere un po’ più fitta, come a prendersi gioco di loro.


Recensore: Noruard Firmata
Data: 19/06/2017 Titolo: Capitolo 1: Capitolo 1

Oh, bella! Bella, mi pace il tema della guerra, mi piace molto la descrizione e il senso di intimità e fragilità che hai saputo comunicare in un testo condensato ma ricco di colori e sensazioni.
Ottimo lavoro!
Noruard



Un giorno di pioggia di Aven90

Rating: T • 4 Recensioni | 2 Kudos
Riassunto:

Questa storia partecipa alla Writer's Wing Challenge, seconda edizione, indetta dal nostro gruppo facebook! Il tema era "Fratelli in un giorno di pioggia" ed io ho prodotto questa roba qua. Spero vi piaccia!


Recensore: Noruard Firmata
Data: 19/06/2017 Titolo: Capitolo 1: Capitolo 1

Ma LOL!
Molto carina, soprattutto se la si rilegge sapendo come va a finire e si riesca  inquadrare anche meglio cosa ha provocato l'attacco di Decadentismo acuto  del protagonista (mi ricordo anche una tua storia che ho adorato e in cui una signora aveva un terribile sogno a causa deei peperoni mangiati a cena; siccome l'ho letta in una pausa al lavoro e poi non l'ho potuta più ritrovare sul sito, approfitto e faccio la recensione 2 in 1).
Non voglio rimperti le scatole, però volevo solo dirti che ho visto qualche refuso qua e là: non so se li correggi e se li lasci, quindi non ti rompo, ma se ti serve te li indico, dimmi tu.
A rileggerci,
Nouard.



Sotto la pioggia di MaddieLys

Rating: T • 3 Recensioni | 1 Kudos
Riassunto:

L’estate si arrende all’autunno e Vanya si lascia convincere da Ryev ad approfittare di quella che dovrebbe essere una bella giornata per giocare sulla spiaggia, ma qualcosa va storto.

 

La fragile porta che la separava dai suoi fantasmi personali era stata sfondata di nuovo. Era bastato un pianto in lontananza perché si accartocciasse su se stessa, al margine della strada, sotto lo sguardo quasi annoiato degli altri elfi.

 

Forse, pensava a volte, se non li avesse respinti, avrebbero continuato a preoccuparsi per lei, ma il solo contatto con loro – e con i sentimenti negativi che emanavano – era una coltellata; perciò ogni volta restava così, finché qualcuno non ricordava di chiamare suo fratello. E intanto le voci le toglievano la percezione del tempo.

 

 

 

[Partecipa alla Seconda Edizione della Writing Challenge indetta sul gruppo ufficiale di Writer's Wing su Facebook.]


Recensore: Noruard Firmata
Data: 19/06/2017 Titolo: Capitolo 1: Flashfic

In realtà, ero curiosa di leggere La freccia spezzata, quindi credo che passerò (non so quando, non so come, don't ask xD Scherzi a parte, lo farò, ma non so se e quanto a breve, causa esami).
Sicuramente, conoscere il contesto aiuterebbe a comprendere meglio non tanto la dinamica del rapprto fraterno, che è comunque abbastanza chiara e )ben descritta, ma l'ambinetazione (elfi? Qualcuno ha detto elfi? smile )
Mi riprometto di lasciare una recensione un po' più seria di questa quando ne saprò di più! 
A presto,
Noruard



I segreti tra di noi New! di Little Redbird

Rating: T • 2 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

In un qualunque paesino in un punto imprecisato dell'Italia, una ragazza scompare senza lasciare tracce. Le persone in paese dicono che sia morta e durante la notte di Halloween cinque ragazzi tentano di contattarla tramite una seduta spiritica. Non si aspettano che risponda, ma invece lo fa, costringendoli ad affrontare le conseguenze del loro gesto e, nel mentre, confessare tutti i segreti tra di loro.

Recensore: Noruard Firmata
Data: 18/06/2017 Titolo: Capitolo 1: Capitolo 1

Ciao!

Mi sembra molto ben scritta, con proprietà di linguaggio, ottima punteggiatura, stile maturo (un plauso per i nomi che sono a volte particolari, ma credibili, cosa che non accade spesso nelle storie con questo tipo di ambientazione).

Riesce nell'intento di dipingere i caratteri e le dinamiche di un gruppo di amici anche se, personalmente, mi sembra che i due ragazzi siano un po' succubi delle loro amiche/fidanzate (ma è una dinamica possibilissima e inoltre io al liceo non ero proprio una tipa da vita sociale, quindi posso esprimermi molto sommariamente sulle relazioni interpersonali fra maschi e femmine in quella fase).

Mi pare un ottimo inizio e sono curiosa di sapere che piega prenderanno le cose (più psicologica? Più da thriller/mistero? O addirittura qualcos'altro ancora)? 

 



Odi et Amo di Juniper_goblinfly

Rating: V.M. 18 • 3 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

Una " What If...? ", nel caso in cui Esmeralda avesse preferito salvarsi la vita, piuttosto che la forca.


Dal testo:


- Ah! Il tuo corpo! - Rise amaramente lui - Cosa me ne faccio di un involucro? Amare il corpo e non lo spirito è una cosa che farebbe il tuo Capitano, non io! -
- Smettetela di parlare male del mio Phoebus! -
- Phoebus, Phoebus, Phoebus! Non esce altra parola dalla tua bocca! Phoebus o il tuo odio per me! Perché mi odi, mi disprezzi, sì, lo vedo dai tuoi occhi. Uccidimi con quello sguardo, falla finita, ti scongiuro, ma risparmiami questa continua tortura, ragazzina zingara! -


Recensore: Noruard Firmata
Data: 12/03/2017 Titolo: Capitolo 1: I

Allora,
premetto che non ho letto il libro, e che non ho manco visto il cartone (mi rifarò) e il musical, ma ho orecchiato la storia.
Che dire: la coppia Frollo/Esmeralda, quando ero piccola, mi intrigava; ora, crescendo, ho perso gusto per il non-con e trovo Frollo un personaggio disgustoso, ma la tua versione è invece interessante e quindi sono contenta di aver recuperato questa vecchia ship della mia infanzia.
Mentre leggevo, ho apprezzato lo stile; scrivi davvero bene, e ci si prende gusto, anche perché, a volte, sembra davvero di trovarsi di fronte a un racconto ottocentesco, un bel drammone come da tempo non se ne leggono più.
Mi è piaciuto tutto: l'erotismo che trasuda dai gesti e dagli sguardi, la tua capacità di descrivere puntualmente, l'umana imperfezione di una ragazzina che non vuol morire.
Insomma, ottimo lavoro; mi hai catturato e resto in attesa di aggiornamenti :)



Non si è mai troppo consapevoli di ciò che si possiede. di shawniejs

Rating: T • 3 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

Due migliori amici, un'amicizia che, improvvisamente, viene rotta inconsapevolmente, senza che i due possano realmente farci qualcosa. Uno di loro impara a non soffrire, l'altro riesce solo a negarlo a se stesso, ma che cosa succede quando entrambi si accorgono che forse, quello che sentono l'uno per l'altro, non è una sola e semplice amicizia?
Non so se avete presente quel momento in cui arrivate totalmente al limite e capite che la vostra vita è finita, che la vostra fine è vicina e continuate a piangere, sicuri che prima o poi il dolore passi.


Recensore: Noruard Firmata
Data: 24/02/2017 Titolo: Capitolo 1: Capitolo uno.

Ciao, sono qui per restituirti la recensione!
Procedo ^^

1) STILE

L'inizio è molto efficace: unisce uno stile semplice e colloquiale, che va subito dritto al punto e stabilisce un rapporto diretto con il lettore, ad una grande intensità e sincerità emotiva.
Anche l'idea di riflettere il disagio e la fatica del protagonista nella sua avversione per le lampadine e gli oggetti che emettono luce intermittente è molto efficace.
Lo stile è, in generale, buono, si capisce che si sta facendo pian piano strada verso la maturità espressiva.
C'è ancora qualche incertezza formale (la punteggiatura, in qualche piccolo caso, o l'uso di termini desueti o colti in una prosa che vuol essere informale e diretta: ad esempio, "destare" al posto di un più semplice "svegliare"/"scuotere") e, a volte, sembra che non sia tu direttamente a parlare, ma che ci sia un forte influssi del romanzo punk, alla Palahniuk o alla Welsh (il che sarebbe del resto più che naturale per il piglio con cui affronti il tema).

2) TRATTAMENTO

Non mi soffermo sulla trama perché, trattandosi di un racconto introspettivo, suppongo che il focus sia solo limitatamente concentrato sui colpi di scena, mentre il tuo obiettivo è il trattamento dei personaggi e l'aspetto emotivo.
Allora, recensire un testo in corso di pubblicazione e basandosi sul primo capitolo è molto limitante, però ci provo lo stesso.
Tu metti molte cose interessanti in pentola: sono temi apparentemente lontani dallo stile a cui sembri guardare (ripeto, il punk) perché si tratta di piccoli drammi quotidiani, come il problema della scuola e dell'ansia, ma è proprio questo che potrebbe trasformarsi nella forza del racconto.
Se lo stile punk è associato a vite sregolate e contro il mondo, come quelle di Trainspotting o Fight Club, usarlo per raccontare la quotidianità di un ragazzo è strano, e fa capire come, per lui, le sue esperienze siano davvero drammatiche, anche se il lettore può credere che la scuola non debba essere un problema, e potrebbe tendere a minimizzare le emozioni e le difficoltà che un normale ragazzo adolescente incontra nel crescere.
Questa tua particolarità, e il tema cui accenni del disagio mentale e dei disturbi alimentari (specie in un maschio, il che non viene trattato spesso) sono asso nella manica, e secondo me è su questi aspetti che puoi lavorare di più per dare solidità alla storia, magari giocando proprio sul fatto che non siamo di fronte a un Tyler Durden, ma all'odissea sentimentale e psicologica (se non anche un po' psicanalitica) del protagonista.
Il rapporto con i genitori andrebbe approfondito: è buono che non si tratti di genitori disattenti, il che sarebbe stato banale: il messaggio (purtroppo veritiero) è che, nonostante la cura e l'affetto genitoriali (comunque non sempre adeguatamente espressi), i ragazzi possono sviluppare inquietudini e disturbi che dipendono dal fatto di non avere un buon rapporto con le proprie pulsioni, i propri desideri, la propria verità interiore.

3) VARIE
Una domanda: la scelta di non separare i dialoghi dal corpo del testo è voluta o non hai pensato alla veste grafica? Se è una scelta stilistica va bene, se invece non ci hai pensato ti consiglio, se me lo permetti, di separarli, per rendere il testo più chiaro sullo schermo e agevolare la lettura.

Noruard



A Mother's Grief di Ormhaxan

Rating: T • 2 Recensioni | 0 Kudos
Riassunto:

Londra, 1461. A due mesi dalla sanguinosa battaglia di Sandal Castle, dalla perdita di suo marito Richard Plantagento e del suo amato figlio Edmund per mano dell'esercito nemico comandato dalla regina Margeret d'Anjou, Cecily Neville, Duchessa di York, si concede un momento di vulnerabilità e, sotto un cielo d'inverno privo di stelle, ricorda i figli che ha messo al mondo e fa una solenne promessa.
[Storia ambientata durante la Guerra delle Due Rose].


Recensore: Noruard Firmata
Data: 23/02/2017 Titolo: Capitolo 1: Capitolo 1

Ciao! Sono qui per lo scambio recensioni su Writer's Wing.
Allora, me ne intendo poco di storia medievale inglese o meglio, ho letto qualcosa ma mi sono scordata tutto.
Cercherò di fare una recensione ordinata, tenendo conto della mia ignoranza; non considero né grammatica né refusi in battitura che mi sembrano irrilevanti se, come nel tuo caso, il testo si presenta in generale corretto e ben scritto.

1) STILE
Mi sembra buono: in alcuni passaggi riesci a formulare frasi di grande forza espressiva (vorrei indicarti quali ma non riesco a rimuovere la formattazione originaria; mi riferisco, in particolare, al periodo che va da "Se chiude gli occhi" fino a "nel bel mezzo del giorno"), altrove mi sembra, se posso permettermi, che il periodare sia un po' complesso, per cui si rischia di perdere il filo.
In ogni caso, la complessità dei periodi è ricorrente nel romanzo storico, quindi non sfigura in questo contesto.

2) TRAMA e TRATTAMENTO
Trattandosi di un racconto introspettivo, che si focalizza su un momento privato della vita d'un personaggio storico, non mi riferisco qui all'orginalità, ma alla capacità di trasmettere emozioni e comunicare l'impressione di un mondo passato e delle sue atmosfere.
Sicuramente, come ho detto, ci sono alcuni passi fortissimi e molto, molto belli; sei riuscita a farmi immaginare i gesti, l'espressione, le sensazioni e l'atmosfera di quegli istanti in cui si dipana la riflessione di Cecily, lasciandomene un'impressione vivida.
Anche se hai descritto pochi particolari, sono riuscita comunque a immaginare le stanze attraverso le quali si muove, il porto, i volti dei figli, il fuoco nei camini che non riesce a scacciare il gelo dalle stanze e dall'anima di una vedova che ha perso tanto.
Hai saputo anche a rendere i tratti salienti di una donna che è soprattutto regina, e che sente il peso del suo ruolo.

3) NOTE E ASPETTI STORICI
Ho apprezzato la cura nell'inserzione di riferimenti all'araldica, alla cultura del romanzo cavalleresco e il corpo delle note che hai aggiunto in calce, anche se mi chiedo quante persone siano attente e leggano ance le note (ma questa è una mia curiosità, io solitamente le leggo e le inserisco, però mi chiedo se abbiano seguito fra i lettori).



A good start di Little Redbird

Rating: T • 3 Recensioni | 1 Kudos
Riassunto:

“Lewis” disse, il tono carico di disprezzo. “Avrei dovuto saperlo che l'unico abbastanza idiota da vestirsi da cubo di Rubik dovevi essere tu.”
High School/Halloween Party!AU.


Recensore: Noruard Firmata
Data: 19/02/2017 Titolo: Capitolo 1: A good start

Eccomi qui, sono venuta a renderti la recensione!
Non conosco il fandom e neanche la serie, quindi non posso esprimermi su IC/OOC e simili.
In generale, mi sembra che ci sia una buona padronanza dei dialoghi e della scrittura; le battute sono abbastanza naturali e c'è una buona capacità di descrivere i tratti salienti- una caratteristica fisica, un gesto, un elemento dell'ambientazione- senza però esagerare in descrittività.
Magari, se devo trovare un punto debole, a volte ho trovato un po' eccessiva l'insistenza sul rossore, anche se capisco che è un modo per sottolineare quanto Simon sia a disagio e scomodo dentro il suo costume e, inoltre, lo ripeto, non so quanto sia "tipico" del personaggio e quindi quanto sia anche necessario per dare la misura del suo carattere.